Home > how to, Mondo digitale > ThinkPad – Appunti su installazione e configurazione

ThinkPad – Appunti su installazione e configurazione

23 Gennaio 2011

Negli scorsi giorni mi sono preso un po’ di tempo per fare pulizia sul mio laptop, eliminando tutto e facendo un’installazione da zero.
Ho marcato i vari passaggi ed ho deciso di riportarli qui sul blog, così nel caso in cui ne dovessi aver bisogno in futuro, ho in un solo luogo i vari comandi che ho seguito per la configurazione del sistema.

L’obiettivo di questa mia formattazione è quello di installare Archlinux (i686) su un sistema crittato. In particolare il risultato finale sarà un sistema con due partizioni, una in chiaro per il /boot (100 MB) e l’altra LVM cifrata in AES-256 con al suo interno i seguenti volumi logici ed accessibile attraverso passphrase:

  • /var (2GB in ext4)
  • /root (12 GB in ext4)
  • /swap (1500 MB)
  • /home (quello che rimane in ext4)

Questa installazione è il risultato dell’adattamento/scopiazzamento delle seguenti guide:

Inizio facendo partire Archlinux da Memoria Flash USB sul mio Thinkpad X200 (2GB di ram, Intel Core 2 Duo 2.4 GHz, 160GB hard disk), mi loggo come root e cancello i dati:
dd if=/dev/zero of=/dev/sda bs=1M

Riempio l’hard disk di dati random
dd if=/dev/urandom of=/dev/sda bs=1M

Con cfdik creo una partizione primaria /dev/sda1 per il /boot da 100MB e una seconda partizione primaria /dev/sda2 nello spazio rimanente.

Ho poi caricato nel kernel i moduli utili per cifrare /dev/sda2:
modprobe dm-crypt
modprobe aes-i586

Successivamente cifro /dev/sda2 in AES-256:
cryptsetup -c aes-xts-plain -y -s 256 luksFormat /dev/sda2

A questo punto apro il dispositivo appena cifrato e lo mappo con il nome lvm:
cryptsetup luksOpen /dev/sda2 lvm

Creo un volume fisico che contiene i volumi logici per /boot /var /swap /home
lvm pvcreate /dev/mapper/lvm
lvm vgcreate vgroup /dev/mapper/lvm
lvm lvcreate -L 12GB -n root vgroup
lvm lvcreate -L 1500MB -n swap vgroup
lvm lvcreate -L 2GB -n var vgroup
lvm lvcreate -l 100%FREE -n home vgroup

A questo punto faccio partire l’installazione con /arch/setup e mappo la tastiera con il comando KM (Keymap=fr_CH)
Seguo poi i vari passaggi indicati nell’installazione:

  • Select source
  • Set clock
  • Avendo già preparato le partizioni, arrivato a Prepare Hard Drive, passo direttamente a Set Filesystem Mountopoints facendo attenzione a montare il boot su /dev/sda1.
  • Select Packages
  • Install Packages
  • In Configure system all’interno di /etc/rc.conf setto USELVM=”YES” e nel file /etc/mkinitcpio.conf cambio HOOKS in HOOKS=”base udev autodetect pata scsi sata keymap encrypt lvm2 filesystems”
  • Continuo con Install Packages
  • Configure System (dove installo la password di root)
  • Prima di installare il grub aggiungo “cryptdevice=/dev/sda2:vgroup” tra “root” e “ro” sia in Arch Linux che in Arch Linux Fallback
  • Installo il bootloader in /dev/sda
  • A questo punto esco dall’installazione e faccio il reboot.
  • Continuo con la configurazione del sistema seguendo la guida da questo punto:
  • Successivamente installo xfce seguendo questa guida:

E per terminare installo i seguenti programmi:

  • Midori
  • Firefox
  • Libreoffice
  • Gimp
  • VLC
  • Liferea
  • Inkscape
  • Seahorse
  • Revelation
  • Pidgin (+pidgin tr)
  • Evince
  • Exaile
  • Audacity
  • Gedit
  • Gwibber (con yaourt)
  • Rsync e Grsync
  • Claws mail
  • Aspell-it
  • Cheese
  • Texmaker
  • Texlive-core
  • openssh
  1. 8 Febbraio 2011 a 13:21 | #1

    Devi ringraziare gli autori delle guide che ho linkato. Io ho solo fatto un lavoro di “patchwork”:) Se comunque dovessi aver bisogno scrivi, che se posso ti aiuto più che volentieri!
    ciao ciao leo

  2. 8 Febbraio 2011 a 13:09 | #2

    Grazie per questa spiegazione dettagliata. Spero che ora che finalmente funziona per me. Forse posso tornare con domande ancora una volta a voi. Vi ringrazio in anticipo mai.

I commenti sono chiusi.